Crea sito

Al giorno d’oggi, le persone che hanno intenzione di fare lavori nella propria casa non prendono neanche in considerazione l’idea di consultare un architetto come tecnico che assicuri il corretto svolgimento dei lavori.
Si ha piuttosto la percezione che l’architetto sia una figura non necessaria e che abbia l’unica funzione di fare spendere una quantità spropositata di soldi al proprietario dell’immobile.

Architetto - I 5 motivi per consultare un architetto

Nella seguente guida ti spiegherò perché non è così:

1° – Lo studio ambientale preliminare

Solitamente questo genere di studi è più importante nel caso di nuova costruzione di un immobile, tuttavia può tornare molto utile anche nel caso di ristrutturazione.
Lo studio ambientale consente all’architetto di conoscere con alto livello di precisione le condizioni climatiche cui è soggetto un immobile.

A cosa serve quindi questo studio?
L’architetto, dopo aver effettuato lo studio ambientale, saprà esattamente dove il sole giocherà un ruolo di disturbo e in quali sarà un alleato per il riscaldamento.
Ancora, potrà conoscere in quali punti della casa è preferibile alzare o abbattere un muro per favorire la ventilazione naturale degli ambienti.

Lo studio ambientale preliminare - I 5 motivi per consultare un architetto

L’architetto è quindi in grado di suggerire le migliori soluzioni che consentano di sfruttare a proprio favore o di difendersi dalle fastidiose variazioni di temperatura all’interno degli ambienti della casa, dovute alle condizioni climatiche esterne.

Dove sta la funzionalità in tutto questo?
Una casa che funziona bene senza l’ausilio di mezzi meccanici per il trattamento dell’aria e il controllo della temperatura, costa meno!

2° – Progettazione intelligente

Spesso mi capita di parlare con persone che lamentano la scomodità degli ambienti della loro casa: un bellissimo balcone che può essere raggiunto solamente passando dalla camera da letto, un corridoio troppo lungo che ruba spazio alla casa, la porta di un bagno che si apre direttamente sul salone, etc. etc.
Queste problematiche sono il frutto di una progettazione meccanica che non tiene conto dei fruitori ultimi degli ambienti della casa: le persone! Infatti, è solo con una progettazione intelligente che è possibile porre il cliente come centro attorno al quale progettare lo spazio.

Com’è possibile?
Ascoltando! Sono più che convinto che ognuno di noi, che sia o meno un tecnico del settore, ha in mente la sua casa ideale, ma magari non ha le conoscenze e le competenze per realizzarla.

Progettazione intelligente - I 5 motivi per consultare un achitetto

L’architetto è la persona in grado di ascoltare le richieste del cliente: parla con lui e conosce le sue abitudini al fine di consigliare il modo migliore per realizzare veramente la casa dei suoi sogni.

3° – Il progetto delle luci

Molte persone non lo immaginano: siamo sempre così tanto abituati ad avere una singola luce al centro delle stanze che non si pensa nemmeno alla possibilità di arredare gli ambienti con la luce. Oggi invece esistono in commercio una notevole quantità di soluzioni in grado di soddisfare anche i clienti più esigenti.

Cosa può fare l’architetto per voi?
Illuminare un ambiente è un’operazione delicata: bisogna conoscere la potenza delle luci che si impiegano e soprattutto la temperatura in Kelvin che differenzia una luce calda da una fredda.

Il progetto delle luci - I 5 motivi per consultare un architetto

A volte, optare per una luce calda può essere una soluzione che rende più accogliente un ambiente accentuando quella sensazione di “casa”. Di contro, a volte è ideale scegliere una luce naturale, magari in uno studio, al fine di non alterare i reali colori delle cose.

L’architetto ha quindi la funzione di consigliare al cliente il miglior modo per illuminare i propri ambienti, disegnando con la luce un luogo dove vivere nel benessere psicofisico.

4° – Direzione dei lavori

Spesso la comunicazione tra i proprietari dell’immobile e l’impresa che esegue i lavori risulta difficile: le imprese, che da anni operano nel settore edilizio, hanno metodi costruttivi rodati nel tempo e sono un po’ refrattarie al cambiamento. Questo rende spesso difficile la possibilità di realizzare una casa su misura del cliente.

A cosa serve quindi un architetto?
Scegliere un tecnico abilitato per la direzione dei lavori è senza dubbio una scelta vincente. L’architetto ha la funzione di fare da tramite tra proprietario e impresa, tutelando gli interessi del cliente.

Direzione dei lavori - I 5 motivi per consultare un architetto

Inoltre, è praticamente impossibile avere un cantiere senza neanche un imprevisto: purtroppo, la soluzione che viene adottata è spesso la più veloce e la meno dispendiosa. Questo comporta al 99% spese aggiuntive in futuro per rimediare agli errori del passato.

Un architetto serio e qualificato che riveste il ruolo di direttore dei lavori è senz’altro un valido supporto per evitare di prendere scelte affrettate di cui probabilmente ci si pentirà nel futuro.

5° – Guida all’acquisto

Riuscire a districarsi nell’offerta del mercato sui prodotti dell’edilizia e dell’arredamento è, ad oggi, molto difficile a causa dell’enorme varietà di offerta che ci si trova davanti.

Ma allora stiamo parlando di design d’interni?
No, o almeno non solo di questo. L’architetto è quella figura che ti consiglia non soltanto sugli arredi della tua casa o sul colore delle pareti, ma anche e soprattutto, sulle finiture.

Guida all'acquisto - I 5 motivi per consultare un architetto

Con finiture intendiamo la scelta di un battiscopa neutro che coniughi il pavimento alla parete o il rivestimento delle mattonelle da usare nel bagno. Questi dettagli sono quelli che fanno la differenza e inevitabilmente sono segnate dall’esperienza nel cantiere.

Infine, una parola che è il mantra di un architetto è qualità: conoscere non solo la mattonella, ma la colla con cui questa verrà posata in opera farà la differenza tra una ristrutturazione e un’architettura.

Facebook